Home » Penale » Cassazione penale, sent. 31383/2013 sulla riparazione per ingiusta detenzione

Cassazione penale, sent. 31383/2013 sulla riparazione per ingiusta detenzione

La Corte di Cassazione ribadisce i principi “conservatori” consolidati in materia di indennizzo per ingiusta detenzione, ma, chiamata a decidere sul caso di un magistrato ingiustamente ristretto ai domiciliari, ammette la possibilità (teorica) di superare di gran lunga le risultanze dell’inadeguato criterio “aritmetico” riconoscendo rilievo al danno morale e biologico ed a quello più propriamente patrimoniale conseguente alla sospensione dall’esercizio delle funzioni giudiziarie e dello stipendio.

Leggi il testo integrale


Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *